Una chiacchera tira l’altra…

Come ogni anno questo dolce, tipico del Carnevale, è sinonimo di festa e allegria.
In tutta Italia si sprecano i più svariati  e bizzarri nomi: da chiacchere a bugie, da cenci a crostoli e gli ingredienti variano leggermente di zona in zona. Ormai è possibile trovarle in pasticceria, in panetteria, al supermercato… Quello che rimane costante è la loro semplicità, la loro bontà e la capacità di questo dolce di trasformare in festa qualsiasi cena! Inoltre sono estremamente facili da fare e di sicuro effetto.

gli ingredienti (4-6 persone)
500 gr di farina 00
1 uovo intero e 2 tuorli
30 gr di zucchero
30 gr di burro
1 bicchiere di vino bianco secco
zucchero al velo
1 pizzico di sale
olio di semi di arachidi q.b.

Disponete la farina in una ciotola capiente e mettete al centro le uova (l’uovo intero e i 2 tuorli). Fate ammorbidire il burro e aggiungetelo al resto degli ingredienti con un pizzico di sale. Incominciate a impastare gli ingredienti aggiungendo pian piano il vino. Per ottenere un impasto liscio, omogeneo e non troppo morbido finite di lavorarlo su un tavolo o un tagliere.

Lasciate riposare l’impasto coperto con un canovaccio per almeno 30 minuti e poi stendetelo in sfoglie molto sottili  (con la macchinetta Imperia o a mano se non la possedete), aiutandovi con un po’ di farina affinchè non si attacchino. Usate una rotella tagliapasta per fare tanti rettangoli non troppo uniformi, il bello delle bugie è proprio quello di essere tutte diverse una dall’altra. Al centro di ogni rettangolo praticate uno o due taglietti con la rotella tagliapasta per far si che quando le friggerete non si gonfino troppo.

Preparate una friggitrice o una padella capiente con abbondante olio. L’olio deve essere molto caldo in modo tale che una volta immersi i rettangolini di pasta questi si cuociano in pochi secondi. Togliete le bugie dall’olio non appena dorate e lasciatele scolare su della carta assorbente. Stendetele su una teglia e passatele qualche minuto in forno a 160 gradi per toglierne l’umidità in eccesso. Una volta fredde cospargete di abbondante zucchero a velo.

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.