Squisitezze d’autunno

L’altro giorno i miei genitori tornando da un pranzo nelle Langhe mi hanno portato un piccolo regalo da 30 grammi, un fantastico tartufo bianco! Certo quando stamattina ho aperto il frigo per fare colazione il suo odore ha un po’ schiacciato il solito aroma di caffè che invade la cucina al mattino…pazienza, ho chiuso il frigo e ho fatto colazione. Dopo colazione sono sceso e ho fatto la spesa in una gastronomia vicino casa e mentre ero per strada mi è venuta un’illuminazione, era da tempo che volevo provare il tuorlo fritto di Cracco, ma invece di accompagnarlo agli spinaci ho scelto un abbinamento più corposo…tuorlo fritto su fonduta con tartufo!
La ricetta è più semplice di quanto possa sembrare non vi spaventate, tagliate la fontina a cubetti e mettetela a bagno con il latte a temperatura ambiente, poi preparate delle ciotoline mettendo sul fondo un abbondante strato di pangrattato. Separate i tuorli dagli albumi e mettete i tuorli  interi uno per ogni ciotolina, ricoprite con abbondante pangrattato e metteteli in frigo a riposare per 2-3 h (meglio 3 che 2). Trascorso il tempo scaldate un cucchiaino abbondante di burro in un pentolino e una volta sciolto aggiungete un cucchiaino di farina, girate bene e versateci dentro la fontina con il latte. Girate fino a quando tutto il formaggio non si sia sciolto. Ottenuta la fonduta, mettete dell’olio da frittura a scaldare e preparate i tuorli alla frittura (uno per volta), adagiateli molto delicatamente con la mano su una schiumarola con cui li accompagnerete nell’olio bollente. Friggete i tuorli per 20 secondi circa (attenzione a non farli scoppiare)scolateli e salateli, preparate un finto albume di fonduta sul piatto e adagiatevi sopra il tuorlo fritto, decorate con un po’ di pepe e nel mio caso una grattata di tartufo! Il tuorlo sarà croccante all’esterno e cremoso all’interno, così quando lo romperete colerà amalgamandosi alla fonduta, GNAM!

Ingredienti
200 g fontina morbida
200 g latte
4 tuorli
un cucchiaino di burro
un cucchiaino di farina
sale & pepe qb

4 Responses
  • fede
    gennaio 12, 2012

    io su questo non mi lancio, immagino già 4 tuorli completamente rotti che mi si versano ovunque senza lasciare nulla da friggere… meglio il capraccio di finocchio…

    • GNAM
      gennaio 13, 2012

      guarda che non è così difficile, se vuoi una volta facciamo la ricetta insieme così ti passa la paura!! 🙂

  • ariannina
    gennaio 23, 2012

    Mauri, anch’io vorrei provare prima con te. Come sai sono un’amante del tuorlo d’uovo, ma sono assolutamente pessima a friggere… ho paura di combinare 1 casino!! preparamelo tu!! 🙂

    • GNAM
      gennaio 23, 2012

      dai la prossima cena lo facciamo! così sentirai quanto è buono!! 🙂

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.